Lievitati

Focaccia rosa con barbabietola olive e cipolla

Ormai un po’ mi conoscete e sapete che amo mettere le mani in pasta. I lievitati sono una delle mie grandi passioni: vedere l’impasto che cresce mi emoziona sempre. Mi diverte provare nuove farine e, quando è possibile, aggiungere qualche ingrediente particolare. Questa volta ho voluto provare a creare una focaccia rosa, inserendo nell’impasto la barbabietola. Il primo tentativo non è andato benissimo (la focaccia era di un rosellino tiepido), ma la seconda volta il risultato è stato davvero meraviglioso: una focaccia di un bel colore brillante (che in cottura un po’ si perde, purtroppo) e un sapore delizioso, grazie al contrasto tra la dolcezza della barbabietola e la sapidità delle olive.
Insomma, se come me amate impastare, non potete non provare questa focaccia: sono sicura che vi piacerà.
Eccovi la ricetta.

 


Ingredienti
:

per il pre impasto:

20 gr di farina manitoba
20 gr di acqua
2 gr lievito di birra secco

per l’impasto:

200 gr di farina tipo 1
200 gr farina manitoba
150 gr di barbabietola cotta al vapore
240 di acqua
10 gr di olio
10 gr di fiocchi di patate
10 gr di sale
1 cipolla rossa
10 olive taggiasche
Sale alle erbe
Olio e acqua per la salamoia

 


Procedimento
:

In una ciotola mescolo 30 gr di farina con la stessa quantità di acqua e il lievito. Lascio riposare per un’ora e mezza, coperto con un canovaccio. Frullo la barbabietola con un po’ di acqua (ne utilizzo un po’ di quella che poi mi servirà per impastare).
Nella ciotola della planetaria verso le farine, 150 gr di acqua, mescolo (otterrò un impasto granuloso) e lascio riposare per almeno un’ora. Aggiungo alle farine il pre impasto, lo zucchero, l’olio, la purea di barbabietola e i fiocchi di patate. Inizio ad impastare e, dopo qualche minuto, aggiungo il sale e continuo ad impastare per almeno 15 minuti, facendo delle pause. L’impasto subito sarà slegato e molto morbido, ma poi diventerà più omogeneo e bello elastico. Quando l’impasto sarà ben incordato (l’impasto si stacca del tutto dalle pareti della planetaria e si avviluppa per bene al gancio), lo trasferisco in un contenitore ermetico leggermente unto d’olio. Lascio lievitare per qualche ora a temperatura ambiente e poi faccio proseguire la lievitazione in frigo per almeno 12 ore (io ad esempio l’ho impastata la sera, per poi cuocerla il giorno dopo a pranzo).
L’impasto dovrà triplicare di volume. Tolgo dal frigorifero e lascio acclimatare per un paio d’ore. Stendo la focaccia direttamente nella teglia, precedentemente unta d’olio (mi aiuto con le mani bagnate). Taglio la cipolla a fette sottili e la adagio sulla superficie della focaccia. Aggiungo le olive e schiaccio l’impasto con i polpastrelli, in modo da creare i classici buchini. In un bicchiere emulsiono l’olio con l’acqua e verso sulla focaccia. Aggiungo un po’ di sale alle erbe. Lascio lievitare per un’altra mezz’ora. Inforno a 190° per circa 20-25 minuti, fino a quando la superficie non sarà bella dorata. Lascio intiepidire prima di servire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *