Dolci Lievitati

Focaccia panna e fragole

Ho sempre pensato alla focaccia come un must dell’aperitivo insieme, magari ad un bel tagliere di salumi e formaggi. Invece ho scoperto che si possono preparare delle versioni dolci, altrettanto deliziose: perfette da assaporare a colazione ancora tiepide o magari per merenda. Sul blog ne trovate già una versione estiva con pesche e lamponi, ma questa versione primaverile con panna e fragole è davvero strepitosa: soffice e profumata, è perfetta anche da servire a fine pasto, magari tiepida e accompagnata da un po’ di crema inglese calda. Vi è venuta l’acquolina in bocca? Allora eccovi la ricetta.

 

 

Ingredienti:
500 g di farina Manitoba
250 g di acqua a temperatura ambiente
100 g di panna liquida a temperatura ambiente
50 g di zucchero
5 g di sale
2 g di lievito di birra secco

per guarnire:
100 ml di acqua
3 cucchiai di zucchero di canna
6-8 fragole

 


Procedimento
:
metto il lievito in una tazzina con un goccio d’acqua e un pizzico di zucchero, mescolo con un cucchiaio e lascio attivare per cinque minuti. Nella ciotola della planetaria verso la farina, l’acqua, lo zucchero, la panna, il lievito ed inizio ad impastare. Unisco il sale e continuo ad impastare: all’inizio sarà appiccicoso, ma dopo qualche minuto diventerà più liscio ed elastico, staccandosi alle pareti e rimanendo attaccato al gancio.
Trasferisco in un contenitore ermetico con il coperchio leggermente unto d’olio. Lascio lievitare fino al raddoppio (ci vorranno circa 6 ore, ma dipenderà dalla temperatura dell’ambiente; se volete velocizzare potete aumentare la quantità di lievito).
Ungo per bene una teglia da forno e ci trasferisco l’impasto una volta lievitato. Aiutandomi con le mani bagnate, schiaccio l’impasto con i polpastrelli per allargarlo su tutta la superficie della teglia. Taglio le fragole a metà, le adagio sulla focaccia e lascio riposare una mezz’ora. Verso l’acqua sopra la focaccia (non temete, sembra tanta, ma in cottura si asciugherà) e cospargo la superficie con dello zucchero.
Inforno a 190° per circa 30 minuti. Lascio raffreddare prima di assaggiare.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *