Lievitati

Pan bauletto

Quando ero all’università, in casa non mancava mai una confezione di pan bauletto: soffice e tagliato a fette, comodo e sempre pronto per essere utilizzato come accompagnamento al pasto o per uno spuntino veloce. Dopo anni ho iniziato a leggere bene gli ingredienti e ho deciso di imparare a fare il pane 😊.
Dopo vari tentativi, finalmente sono riuscita ad ottenere un pan bauletto soffice come una nuvola: perfetto per preparare dei sandwich, ma anche da mangiare a colazione con la marmellata.
Provatelo: sono sicura che piacerà anche a voi.

 


Ingredienti
:

per il lievitino:
25 gr di farina 00
25 gr di acqua
2 gr di lievito di birra secco
½ cucchiaino di zucchero

per l’impasto:
500 gr di farina 00
300 gr di latte a temperatura ambiente
50 gr di burro morbido
10 gr di sale
1 cucchiaino di zucchero
Semi di sesamo per decorare
Latte per spennellare

 


Procedimento
:
in una ciotolina metto gli ingredienti del lievitino, mescolo con un cucchiaio e copro con un canovaccio. Lascio riposare per circa un’ora e mezza, fino a quando non sarà bello gonfio e pieno di bolle.
Verso nella ciotola della planetaria la farina, lo zucchero poi aggiungo il lievitino, il latte e inizio ad impastare. Aggiungo il sale e il burro poco per volta. Continuo ad impastare per almeno 10 minuti. L’impasto deve diventare bello elastico e staccarsi dalle pareti della ciotola.
Trasferisco in un contenitore ermetico con il tappo leggermente unto d’olio.
Lascio lievitare qualche ora a temperatura ambiente (fino a quando non si vedranno le prime bollicine) e poi trasferisco in frigo (se volete far lievitare più velocemente, potete mettere più lievito e lasciare l’impasto fuori dal frigo). Una volta che l’impasto sarà triplicato di volume, lo tolgo dal frigorifero e lo lascio stemperare a temperatura ambiente per almeno un’ora. Formo una pagnotta e la trasferisco in uno stampo per pane in cassetta (o da plumcake) leggermente imburrato. Spennello la superficie con il latte e aggiungo i semi di sesamo.
Lascio lievitare per un’altra ora e poi inforno a 190° per circa 40 minuti (dopo 30 minuti ho messo la stagnola sopra, in modo che non si scurisse troppo la superficie). Tolgo dallo stampo e continuo la cottura per altri 5-10 minuti. Lascio raffreddare su una gratella prima di assaggiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.