Primi piatti

Onigiri

Quando ero piccola e guardavo i cartoni animati giapponesi, vedevo sempre i protagonisti mangiare le “polpette di riso” con molto gusto: ero affascinata e incuriosita, perchè non sapevo come fossero! Trent’anni fa la cucina giapponese in Italia era sconosciuta, mentre oggi è davvero molto popolare.
Noi amiamo il sushi: lo mangiamo spesso e ogni tanto Matteo si diverte a prepararlo a casa. Un giorno però mi è venuta un’idea: perchè non provare a preparare le famigerate polpette di riso? Si chiamano onigiri e, se come me comprate uno stampo apposito, sono davvero facili da preparare a casa! Sono perfetti da mangiare in compagnia degli amici per una ricetta un po’ fusion, ma anche adatti ad essere preparati in anticipo e messi nella schiscetta per la pausa pranzo.
La cosa divertente è che si possono arricchire all’interno con quello che più vi piace: potete sbizzarrirvi! Io li ho preparati con salmone affumicato e formaggio spalmabile o avocado: erano davvero deliziosi.
Eccovi la ricetta.

 


Ingredienti per 8 onigiri
:

250 gr di riso per sushi
50 gr di sushi-su
50 gr di salmone
1 cucchiaio di formaggio spalmabile
½ avocado
Alga nori 1 foglio

 


Procedimento
:

Per prima cosa bisogna preparare il riso. Prendo il riso, lo immergo in acqua fredda e lo risciacquo più volte, finché l’acqua non risulterà abbastanza limpida. A questo punto lascio il riso ammollo per circa 30 minuti. Dopodiché lo scolo e lo metto in una pentola con la stessa quantità di acqua (in questo caso 250ml). Accendo il fuoco vivace e porto l’acqua a bollore (basta qualche minuto): quando l’acqua inizia a bollire, copro con un coperchio, metto a fuoco basso e lascio cuocere per 10 minuti. Trascorso il tempo di cottura, spengo e lascio riposare per altri 5 minuti, senza togliere il coperchio. Tolgo poi il riso e lo verso in una ciotola o contenitore un pò largo. Prendo una spatola, la bagno un pò alla volta con il sushi-su e separo il riso, usandola di taglio, per non schiacciarlo. Continuo a separare il riso e a bagnarlo finché non avrò finito il sushi-su. A questo punto lascio raffreddare il riso. Come ultima cosa non rimane che “creare” gli onigiri, utilizzando l’apposito stampo, avendo l’accortezza di bagnarlo prima con un filo di acqua. Metto uno strato di riso sul fondo dello stampo, alto circa 1 cm. Metto poi un cucchiaino abbondante di ripieno, tenendo un pò di spazio ai bordi. Riempio con un altro pò di riso i bordi attorno al ripieno e poi copro il tutto con un 1 cm circa di riso. Chiudo lo stampo e schiaccio bene. Tolgo il coperchio dello stampo e premo la levetta che si trova sul fondo con le dita, in modo da facilitare l’uscita dell’onigiri.
Taglio una strisciolina di alga nori lunga circa 10 cm e larga 3 e la appoggio su uno dei lati dell’onigiri. Servo subito o conservo in frigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *