Primi piatti

Orecchiette alla crudaiola a modo mio

Quest’anno, per le vacanze estive con la famiglia, una delle mete che mi attirava in modo particolare era la Puglia. Il fatto però di avere una piccolina di pochi mesi ci ha però fatto accorciare un po’ il viaggio e ci siamo fermati nelle Marche.
Ma abbiamo ritrovato un pezzetto di Puglia pure qui: ci hanno raggiunto i nonni per qualche giorno e mia mamma, che è una persona molto curiosa e chiacchierona, ha subito fatto nuove amicizie in spiaggia.
Mentre passeggiava sulla battigia ha conosciuto Mimmo, pugliese Doc trasferitosi a Senigallia per lavoro. Si sono subito messi a chiacchierare e lui ha iniziato a raccontarle quanto bella fosse la sua Puglia e quante prelibatezze cucinasse a casa insieme alla moglie. Hanno iniziato a scambiarsi subito consigli di cucina e ricette. Il giorno seguente Mimmo è arrivato in spiaggia tutto orgoglioso con le orecchiette fatte dalla moglie per noi e un sacchetto pieno di friselle. Ovviamente le orecchiette ce le siamo sbaffate per pranzo ed erano buonissime. Assaggiando le orecchiette preparate dalla moglie di Mimmo, mi sono tornate in mente quelle mangiate in Salento tanti anni fa, durante una magnifica vacanza al mare. Ricordo che nell’agriturismo vicino al nostro appartamento, le preparavano “alla crudaiola”, ovvero condite con pomodorini freschi, olio d’oliva, ricotta salata e qualche foglia di basilico. Così semplici ma davvero buonissime!
Ho iniziato allora subito a fantasticare su possibili abbinamenti e ho cercato ispirazione anche su questa pagina di ricette di primi piatti sfiziosi.
Una volta tornata tra le montagne mi è venuta voglia di provare a prepararle, ma a modo mio, ovviamente con qualche piccolo ritocco alla ricetta originale ;-).
Dalla mia fruttivendola di fiducia ho trovato dei pomodorini datterini davvero dolci, li ho messi al forno in modo che diventassero semi secchi, e poi ho aggiunto del quartirolo lombardo (la ricotta salata qui da me si fatica un po’ a trovare) e per dare un po’ di croccantezza delle scaglie di mandorle tostate per qualche minuto in padella.
Inutile dirvi che il piatto è risultato davvero ottimo e credo diventerà uno dei primi piatti must di quest’estate.
Questo piatto è perfetto anche da mangiare freddo: potete così prepararlo in anticipo anche il giorno prima e servirlo all’ultimo ai vostri ospiti.
Se vi è venuta l’acquolina in bocca, qui di seguito trovate la ricetta.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di orecchiette
200 gr di quartirolo lombardo
30 gr di mandorle a lamelle
500 gr di pomodorini datterini
2 cucchiai di olio
2 cucchiaini di zucchero
Origano, sale e pepe q.b.

 

 

 

Procedimento:

Inizio con la preparazione dei pomodorini semi secchi. Lavo i pomodori, li taglio a metà e li metto in una ciotola capiente. Aggiungo poi il sale, lo zucchero, l’origano e mescolo per bene.
Trasferisco il tutto in una teglia da forno e cerco di distribuire i pomodori, in modo che non si sovrappongano. Inforno a 120° per circa un’ora, avendo l’accortezza di aprire ogni tanto il forno per far uscire il vapore (io l’ho aperto per un minuto circa ogni 10 minuti di cottura). Mescolo con un cucchiaio di tanto in tanto, in modo che si asciughino in maniera uniforme.
Lascio raffreddare (volendo potete anche prepararli prima e conservarli in frigorifero per qualche giorno)
Metto a lessare le orecchiette in abbondante acqua salata. Nel frattempo preparo le mandorle tostate: in una padella anti aderente ben calda, verso le lamelle di mandorle e le lascio tostare per qualche minuto (fino a quando non saranno belle marroncine). Una volta che le orecchiette saranno cotte, le scolo e le trasferisco in una ciotola capiente. Aggiungo poi i pomodorini e mescolo per bene. Trasferisco la pasta nei piatti da portata, guarnisco ogni piatto con un po’ di quartirolo sbriciolato con le mani e un po’ di mandorle a lamelle. Servo subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *