Lievitati

Pagnotta con semola rimacinata

Da sempre desidero imparare a fare bene il pane: quando vedo in panificio quelle belle pagnotte fragranti, mi vengono gli occhi a cuoricino e le comprerei tutte 🙂 Grazie al mio nuovo lievito madre sto diventando un’impastatrice provetta! Con Geronimo (ebbene si, ho dato un nome pure al lievito) si impasta che è una meraviglia: il pane è fragrante e saporito. Qualche settimana fa ho acquistato un cestino in fibra naturale per la lievitazione ed ho deciso di impastare la mia prima pagnotta. Per andare sul sicuro, ho preso spunto dalla ricetta dal libro sul pane di Gabila, solo che invece di farina 0 ho utilizzato la semola rimacinata. Il risultato è stato davvero soddisfacente: una pagnotta croccante fuori e all’interno morbida, con un sapore davvero eccezionale. Vi ho fatto venie l’acquolina in bocca? Allora allacciate il grembiule e preparatevi a mettere le mani in pasta: qui di seguito trovate la ricetta.

 

 

Ingredienti:

500 gr di farina di semola rimacinata
300 ml di acqua
100 gr di lievito madre rinfrescato
20 gr di olio
10 gr di sale
Un pizzico di bicarbonato

 

 

Procedimento:

nella planetaria o in una ciotola verso la farina, l’acqua, l’olio, il bicarbonato e il lievito. Inizio ad impastare per qualche minuto; dopodiché aggiungo il sale e impasto per qualche altro minuto, fino a quando non avrò ottenuto un impasto omogeneo e liscio. Trasferisco sul tavolo e lavoro l’impasto ancora alcuni minuti: formo una palla e la metto a lievitare in una ciotola capiente, leggermente unta d’olio. Copro con un canovaccio pulito e lascio lievitare per un paio d’ore. Trasferisco in frigorifero e faccio lievitare lentamente per altre 8 ore. Tolgo dal frigorifero e faccio riprendere temperatura all’impasto (io ho aspettato circa due ore). A questo punto l’impasto avrà triplicato il suo volume: lo trasferisco sul piano di lavoro leggermente infarinato, lo sgonfio con le mani e formo un rettangolo. Ripiego il lato destro verso il centro e poi sopra quello sinistro, in modo da ottenere un rettangolo lungo e stretto. Ora prendo il lato corto e lo arrotolo su se stesso fino ad ottenere una pagnotta. Sigillo bene il fondo e la trasferisco nel cestino per la lievitazione, sul fondo del quale ho messo un po’ di amido di mais (se non lo avete mettetelo su una leccarda ricoperta di carta forno). Lascio lievitare coperto con un canovaccio per almeno altre due ore. Preriscaldo il forno a 240° (statico) e metto sul fondo una ciotola con un po’ d’acqua. Tolgo il pane dalla ciotola lievitatrice, lo trasferisco su una leccarda e inforno, abbassando subito la temperatura a 220°. Dopo 15 minuti tolgo la ciotola con l’acqua dal fondo del forno e continuo la cottura per altri 20 minuti circa. La vostra pagnotta dovrà risultare croccante fuori e morbida all’interno. Lascio raffreddare prima di tagliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *