Dolci

Galette di farro con pesche e marmellata di rosa canina

Adoro le pesche: mi piacciono quelle con la buccia liscia, magari un po’ croccanti! Quando è caldo le preparo tagliate a pezzetti, semplicemente condite con zucchero e limone. Questa volta, però, le ho volute mettere in un dolce: una galette di farro dal sapore rustico.

Si tratta di un dolce sano, senza uova ne burro e nemmeno zucchero!

Per addolcire, ho utilizzato il miele e nell’impasto, al posto del burro, olio di semi e vino bianco.

Per rendere il tutto più gustoso, ho utilizzato la marmellata di rosa canina, che ha dato alla mia galette un sapore davvero unico.

Se volete un dolce leggero, questo è perfetto; ma se volete renderlo più goloso, vi consiglio di servirlo tiepido, accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia: sarà ancora più buono!

Vi è venuta voglia di assaggiarlo?

Eccovi la ricetta.

 

PicsArt_07-25-12.50.58

 

Ingredienti:

150 gr di farina di farro integrale

180 gr farina

80 gr di olio di semi

80 gr di miele di acacia Rigoni di Asiago

120 gr di vino bianco secco

2 pesche nettarine lavate

2 cucchiai di marmellata di rosa canina Rigoni di Asiago

una manciata di nocciole tostate tritate

 

PicsArt_07-25-12.49.50

 

Procedimento:

In una ciotola capiente verso il vino, l’olio ed emulsiono con la frusta. Aggiungo il miele e emulsiono di nuovo. Unisco le farine ed inizio ad impastare, fino a quando non avrò ottenuto un impasto elastico ed omogeneo. Lo avvolgo in un canovaccio umido e lo lascio riposare in frigorifero per un’ora. Nel frattempo taglio le pesche a fettine sottili (lascio la buccia, levo solo il nocciolo).

Stendo l’impasto, in modo da formare un disco spesso circa 1 centimetro.

Stendo su tutta la superficie la marmellata. Adagio al centro (lasciando un po’ di spazio ai bordi, che poi dovranno essere ripiegati) le fettine di pesca, sovrapponendole leggermente le une sulle altre, ricoprendo tutta la superficie. Guarnisco con le nocciole tritate e ripiego i bordi.

Inforno a 180° per circa 40 minuti. Lascio raffreddare prima di servire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *