Antipasti

Rotolo di pane farcito

Mettere le mani in pasta mi diverte sempre un sacco: in un attimo torno a quando ero bambina e preparavo piatti succulenti usando il Didò e tanta fantasia.

Qualche sera fa sono venuti degli amici per cena, così ho pensato di preparare per antipasto un bel rotolo di pane farcito. La cosa bella di questo pane è che potete farcirlo con quello che più vi piace: io questa volta ho utilizzato una farcitura piuttosto classica, prosciutto e formaggio, ma potete sbizzarrirvi mettendoci all’interno quello che più vi piace. Ad esempio pesto rosso e melanzane grigliate, pesto e zucchine o speck e funghi: il risultato sarà comunque gustoso, ve lo garantisco! Io sono una fan del lievito madre: lo uso da un bel po’ e ritengo che dia agli impasti un profumo ed un sapore davvero fantastico. Se non sapete utilizzarlo, non vi preoccupate, potete usare quello secco o quello in panetto, basterà aggiungere un po’ di latte in più all’impasto.

Questo tipo di pane è davvero versatile: perfetto per essere servito durante un aperitivo con gli amici, ma anche per la merenda dei vostri bimbi o durante un pic-nic all’aria aperta.

Se volete provare a farlo anche voi qui di seguito trovate la ricetta.

 

PicsArt_09-06-04.27.30

 

 Ingredienti:

230 gr di lievito madre liquido (licoli)

180 gr latte a temperatura ambiente

40 gr di burro morbido

540 gr di farina 0

2 cucchiaini di zucchero

10 gr di sale

1 fetta spessa di prosciutto cotto

300 gr di formaggio filante tipo Galbanino o Scamorza

Latte per spennellare

 

PicsArt_09-06-04.29.33

 

Procedimento:

Nella planetaria o in una ciotola capiente verso il latte, aggiungo il lievito, lo zucchero e mescolo per bene.

Aggiungo la farina, il burro, il sale ed impasto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Lascio lievitare in una ciotola di vetro coperta con la pellicola per almeno sei ore (se utilizzate altri tipi di lievito basteranno 2-3 ore). Trito nel frullatore il prosciutto e il formaggio.

Una volta che l’impasto è ben lievitato, aiutandomi con il matterello, lo stendo fino ad ottenere un rettangolo di pasta spesso circa 1-2 cm. Farcisco la superficie con il prosciutto e il formaggio tritati, lasciando uno spazio di qualche centimetro su tutti e quattro i lati. Prendo l’impasto dal lato più lungo ed inizio ad arrotolarlo su se stesso fino ad arrivare al bordo finale. Sigillo per bene il rotolo facendo aderire bene il bordo finale dell’impasto al rotolo. Sigillo bene anche le due estremità finali. Trasferisco in una teglia ricoperta di carta forno. Inforno a 200° per circa 20-30 minuti.

Faccio intiepidire prima di servire.

4 Comments

  • Melania

    Che bontà questo scatto. Sembra di sentirne il profumo. Io ancora devo cimentarmi col lievito madre, ma credo che presto inizierò. Adoro impastare come te e tutte le volte che ne ho la possibilità lo faccio. Pensa che sono una di quelle che non ha neanche l’impastatatrice. Adoro spiegarmi le mani, sentire la consulenza dell’impasto. Brava tu, come sempre.

    • Silvia Richelli

      Grazie Melania! sei sempre così carina! Se ami mettere le mani in pasta come me devi provare il lievito madre…da al pane un profumo e un sapore intenso.
      Ti abbraccio forte! 🙂

  • MARIABORNAZZINI

    Ho fatto moltissimi pani ripieni anche di pomodorini secchi ma questo mi incuriosisce moltissimo!!! Sei davvero brava i miei conplimenti !!!! meraviglioso blog a misura di donna di mamma di nonna , bello davvero, vado a comprare le pere per la marmellata!!! felice lunedi c incontreremo presto evviva instagram che mi ha regalato il tuo blog!!! Un abbraccio, ho sempre una gran sete di ricette nuove e qui ho trovato la manna!!! grazieeee!!!

    • Silvia Richelli

      Grazie mille! Le tue parole mi commuovono, il mio blog non è altro che il racconto delle mie avventure dentro e fuori la cucina.
      Preparo piatti semplici, ma anche un po’ originali che si possano riproporre a casa per la famiglia e gli amici!
      Se vuoi trovi anche la pagina facebook così sarai sempre aggiornata sulle ricetta!
      Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *