Dolci

La mia prima Apple pie

Qualche settimana fa ho avuto la fortuna di partecipare all’American bakery workshop proposto da Moki, un carinissimo bistrot che si trova in centro a Trento.

Da sempre sono incuriosita dai dolci americani, cosi ricchi e golosi.

Fin da bambina, quando leggevo i fumetti, sognavo di sfornare un’Apple pie fragrante proprio come faceva Nonna Papera!

Così quando ho visto che Monique, newyorkese doc, teneva un workshop sui dolci americani mi sono subito iscritta.

La serata è stata davvero piacevole: Vera, la proprietaria, ci ha accolto con un buffet di quiche ancora calde ed un buon bicchiere di vino.

Dopodiché Monique ci ha insegnato come preparare la tradizionale Apple pie, ma anche una bellissima birthday cake e degli scones con sciroppo d’acero e noci davvero gustosi.

Non avevo mai assaggiato nessuno di questi dolci, ed ero curiosissima.

Quello che mi ha davvero conquistata è stata l’Apple pie: un guscio croccante e burroso che racchiude un ripieno di morbide mele arricchite da spezie e burro. Che dire, davvero sublime!

Volevo assolutamente provare a cucinarla, così ho acquistato una Pie dish (la classica tortiera in ceramica adatta per questo tipo di dolci) e ho iniziato a prepararla.

La ricetta non è complicata, ma ci vuole un po’ di tempo: la pasta deve riposare una volta fatta, e necessita di almeno un’oretta di cottura, ma vi assicuro che ne vale veramente la pena.

Se amate i dolci alle mele, questo vi farà letteralmente impazzire!

Servite l’Apple pie ancora tiepida da sola o accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia.

 

 

Ingredienti:

per il guscio

315 gr di farina tipo 00

1 cucchiaino da caffè di sale Kosher

240 gr di burro freddo tagliato a pezzetti

65 gr di acqua fredda

Per il ripieno

1 kg di mele sbucciate (potete usare un “mix” di mele diverse: renette, rosse, golden, Grenny Smith)

175 gr di zucchero di canna

60 gr di farina

½ cucchiaio di cannella in polvere

½ cucchiaio di noce moscata in polvere

Succo di un limone

40 gr di burro

30 ml di latte per spennellare la superficie

Procedimento:

Nel frullatore o nella planetaria metto la farina, il sale, il burro e frullo tutto a media velocità.

Ottengo un impasto non troppo lavorato (sembreranno tante grosse briciole), aggiungo l’acqua lentamente e frullo di nuovo.

Traferisco l’impasto su una spianatoia infarinata e lo lavoro un po’ con le mani, fino a che non avrò ottenuto un impasto bello omogeneo (se vi si appiccica alle mani aggiungete un po’ di farina).

Divido l’impasto in due parti uguali, lo avvolgo nella pellicola e metto a riposare in frigorifero almeno due ore.

Nel frattempo taglio a spicchi non troppo grandi le mele e le metto in una ciotola capiente. Aggiungo il succo di limone, lo zucchero, la farina, le spezie e mescolo tutto per bene.

Tolgo l’impasto dal frigorifero, lo stendo con il matterello in modo da ottenere una forma circolare (i due “dischi” dovranno essere più grandi della teglia in modo da poter poi creare il guscio per la torta).

Adagio il primo disco nella tortiera, distribuisco sopra le mele e tutto il liquido che si è formato, cerco di sistemarle in modo che non restino buchi. Aggiungo i fiocchetti di burro.

Ricopro con l’altro impasto: taglio quello in eccesso lasciando qualche centimetro di impasto oltre il bordo della tortiera.

Chiudo la torta, pizzicando con la punta delle dita la pasta, in modo da sigillarne bene i bordi. Con un coltello a lama liscia faccio dei tagli al centro, in modo che il vapore in cottura possa uscire. Spennello la parte superiore della torta con il latte.

Cuocio in forno a 180° per circa 40-50 minuti, finché il succo delle mele non inizierà a bollire uscendo dalle aperture della copertura.

Lascio raffreddare almeno una mezz’ora prima di servire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *