Antipasti

Torta di scarola

Fino a qualche anno fa la scarola la mangiavo solo cruda in insalata, fino a quando non ho scoperto che si poteva gustare anche cotta.

Ovviamente ho subito voluto provare a cucinarla e mi è piaciuta davvero tanto.

Amo cucinarla alla “mediterranea” con capperi e olive, perché secondo me è una vera e propria prelibatezza!

Qualche giorno fa, al mercato, ho visto che il fruttivendolo aveva della bella scarola, così l’ho presa con l’idea di prepararci una gustosa torta salata.

Per preparare la mia torta, mi sono ispirata alla famosa pizza di scarola, tipica della tradizione campana.

Io però non ho utilizzato l’impasto del pane, ma la pasta brisè fatta da me.

Io sono fortunata e in cucina posso contare sul mio valido aiutante: il Bimby! Con lui preparare la pasta brisè è un gioco da ragazzi.

Ma non temete, potete farla anche a mano o con il vostro frullatore, oppure se siete di fretta utilizzare una pasta brisè già pronta: il risultato sarà comunque ottimo.

Questa torta può essere servita come piatto unico, anche per chi è vegetariano, se invece la si taglia a piccoli quadrotti è ottima per accompagnare un bel bicchiere di prosecco ghiacciato.

La cosa che più mi piace di questa torta è che, quando la si addenta, si sente la croccantezza della pasta brisè e il sapore intenso e saporito della scarola insieme ai capperi, olive e peperoncino.

Che dite? Vi ho fatto venire voglia di cucinare? Allora mettetevi all’opera e fatemi sapere se vi piace.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

Per la farcia:

2-3 cespi di scarola lavata (il volume in cottura diminuirà circa della metà)

20 capperi sotto sale

20 olive taggiasche denocciolate

Due spicchi d’aglio privati del germe interno

Un cucchiaio d’olio

peperoncino in polvere q.b.

200 gr di mozzarella tagliata a dadini (io uso quella in “panetto” che si utilizza per la pizza perché contiene meno acqua)

2 cucchiai di pan grattato

Per la pasta brisè:

250 gr di farina

100 gr di burro morbido a pezzetti

1 pizzico di sale

70 gr di acqua fredda

Procedimento:

 

 

in una padella metto l’olio e l’aglio a soffriggere, aggiungo la scarola tagliata a pezzetti, i capperi, le olive e il peperoncino (io non ho aggiunto sale perché a mio parere i capperi sotto sale rilasciano già abbastanza sapidità).

Cuocio per circa 10 minuti e lascio raffreddare.

 

 

Nel frattempo preparo la pasta brisé, frullando tutti gli ingredienti per circa 30 secondi (con il Bimby a vel 5).

Prelevo l’impasto, lo avvolgo in un canovaccio leggermente umido e lo lascio riposare in frigo per almeno 15 minuti.

Passato il tempo del riposo, stendo la pasta con il matterello fino ad ottenere una sfoglia spessa circa mezzo centimetro.

Divido l’impasto in due parti: una più grande che metterò sul fondo della teglia, e una più piccola che mi servirà per ricoprire la torta.

Stendo la sfoglia più grande nella tortiera rivestita di carta forno, metto sul fondo il pan grattato e ci trasferisco sopra il composto di scarola mescolato con la mozzarella a dadini.

Ricopro con la sfoglia, sigillo bene tutti i lati ripiegando l’impasto su se stesso e faccio con i rebbi della forchetta dei buchetti sulla superficie, in modo che il vapore che si formerà in cottura possa uscire.

 

 

Inforno a 180° per circa 30 minuti.

Una volta cotta lascio riposare per 30 minuti prima di servire.

 

 

 

 

 

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.