Secondi piatti

Straccetti di pollo con riduzione al Teroldego

Qualche giorno fa, la mia dolce metà è arrivata a casa con una bella bottiglia di Teroldego: vino rosso trentino, tipico della zona della Piana Rotaliana.

Io non sono una grande amante del vino rosso, così ho pensato di utilizzarlo per preparare un piattino sfizioso.

Qui in trentino spesso il Teroldego viene utilizzato per preparare un ottimo risotto, ma io volevo fare qualcosa di diverso.

Mi sono ricordata che durante un pranzo con amici, quest’estate in un rifugio, ho assaggiato il pollo al Teroldego e così ho voluto prendere ispirazione per creare una mia particolare versione di questo piatto.

Ho preparato una riduzione di Teroldego, sulla quale ho servito i miei straccetti di pollo.

Sono rimasta davvero soddisfatta del risultato: il sapore intenso del Teroldego si abbina alla perfezione al gusto delicato del pollo.

E visto che pure l’occhio vuole la sua parte, devo dire che il contrasto cromatico che si crea tra la riduzione e gli straccetti è davvero piacevole.

Che dire, non vi resta che provare! Servitelo agli amici per cena, li stupirete sicuramente con questo piatto semplice ma sfizioso!

 

 

Ingredienti per due persone:

Per gli straccetti:

250 gr di petto di pollo

Un cucchiaio scarso di olio d’oliva

Un cucchiaio scarso di farina

Acqua calda e sale q.b.

Per la riduzione al Teroldego:

250 ml di Teroldego

Mezza cipolla tritata

50 gr di burro morbido (20 per il soffritto 30 da mescolare con la farina)

30 gr di farina

Due foglie di alloro

Sale e pepe q.b.

Procedimento:

in una casseruola metto la cipolla e 20 gr di burro, lascio soffriggere per un paio di minuti e verso il vino. Lascio cuocere a fiamma vivace (io l’ho anche fatto “flambare” per far evaporare tutto l’alcool) continuando a mescolare. In una ciotola, nel frattempo, mescolo il burro morbido con la farina, in modo da ottenere una massa compatta.

 

 

Incorporo al vino, il burro e la farina, aiutandomi con una frusta. Aggiungo il sale, il pepe e le foglie d’alloro e continuo a mescolare: piano piano il composto si ridurrà e si addenserà. Dopo circa una mezz’ora il composto sarà diventato circa la metà di quello di partenza; a questo punto la riduzione è pronta per essere servita.

Taglio il petto di pollo a pezzetti e li infarino leggermente; li metto a rosolare in padella con l’olio e dopo un paio di minuti li bagno con un po’ d’acqua calda, aggiungo il sale e lascio cuocere per circa 10 minuti.

Impiatto mettendo sul fondo la riduzione al Teroldego e adagiandoci sopra gli straccetti di pollo.

 

 

Se avanzaste della riduzione, la potete riutilizzare per accompagnare una buona bistecca ai ferri (al posto della salsa barbecue) o dei formaggi stagionati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.